ATTENZIONE

Possedere, immatricolare, assicurare o guidare una Jeep implica la conoscenza e il rispetto delle regole che seguono. Non obbedirvi può voler dire che sarai ignorato dagli altri proprietari di Jeep allorché sarai seduto sul ciglio stradale vicino al tuo veicolo in panne durante una violenta tempesta di vento e neve circondato da Suzuketti, Toyotoni e Pollopers.

DEFINIZIONE: IL SALUTO JEEP (The Jeep Wave)

Un onore conferito a quegli automobilisti così intelligenti, di gusto, di classe e talmente avvezzi al disagio da guidare il veicolo per eccellenza, la Jeep. Di solito consiste nel muovere con decisione una o tutte e due le mani da una parte all’altra, ma il saluto può essere modificato per adattarsi alle circostanze e alle riconosciute abitudini del luogo.

ESEMPI DI MODIFICHE COMUNEMENTE ACCETTATE:

– Scappottata: ondeggiare una mano sopra il parabrezza o fuori dalla barra della carrozzeria;

– Scappotata nella tempesta: battere i denti e fare un cenno col capo, le mani potrebbero ghiacciarsi sul volante;

– In luoghi campestri del sud: sollevare le dita dal volante, fare un cenno col capo.

 

Non conta ciò che compri, ma quello che costruisci e come lo vivi

 

Regole Generali:

 

Tutti i Jeepers hanno la responsabilità di mantenere la tradizione del Saluto. Dal momento che s’incrocia una Jeep di grande valore, al Jeeper è richiesto di dare il via al Saluto, e di continuarlo fino a che:

il Saluto è ricambiato;

il Saluto è clamorosamente trascurato;

il veicolo di grande valore sia passato e sparito dalla vista.

A tutti i Jeepers è richiesto di rispondere al Saluto, a meno che il veicolo che l’ha iniziato abbia un grado di valore molto negativo (sotto lo zero).

Tutti i Jeepers sono invitati, ma non obbligati, a rispondere al Saluto che arriva dai veicoli con un punteggio negativo, cercando tuttavia di non perdere l’occasione per istruirli e ricordar loro le responsabilità verso la propria Jeep nella speranza che possano correggere gli errori e le abitudini sbagliate.

Quando siete insicuri del rango dell’altra macchina o non siete certi del comportamento da tenere ad un incontro particolare, oppure non siete in grado di stimare il valore dell’altra Jeep in maniera abbastanza veloce da rispettare il Saluto…allora iniziate immediatamente il Saluto. E’ lo spirito del Saluto che conta più del resto, così nel dubbio SALUTA e BASTA!

 

 

Rispettando queste norme basilari per Jeepers, devono essere stabilite delle categorie per far quadrare i conti.
Tali categorie sono:

  1. La gerarchia del saluto Jeep:     è basata sul veicolo stesso. Deve tener conto del fattore nostalgia, del quoziente di adattamento al disagio e della quantità di sforzi richiesti da parte del proprietario per custodire il “destriero”.
  2. Le sottocategorie di cambiamento (MSC):     basata su quello che fai con la tua Jeep.
  3. Adattamento all’allestimento (EA):     basata su ciò che compri.

1. La Gerarchia del Saluto Jeep
(Jeep Waving Hierarchy – JWH)

Categoria A – Antesignani del CJ (Willys/Kaiser/MB ecc): 30
Categoria B – Antesignani dell’AMC CJ: 27
Categoria C – CJ’s: 25
Categoria D – Commando: 20
Categoria E – YJ’s: 16
Categoria F – TJ’s: 15
Categoria G – Cherok